Spazio Counseling | Counseling
247
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-247,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,qode-child-theme-ver-14.2,qode-theme-ver-14.2,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.7,vc_responsive

Cos’è il Counseling

Il Counseling è prima di tutto un incontro tra due persone che stabiliscono una relazione autentica e di reciproca fiducia in uno spazio protetto nel quale la ‘persona counselor’ accoglie, sostiene e accompagna la ‘persona cliente’ durante il suo processo di ricerca di senso, di chiarezza e di trasformazione interiore (assocounseling.it).

Un viaggio certamente impegnativo ma affascinante per conoscersi meglio, riscoprire il proprio potenziale creativo, accedere a nuove risorse, trovare risposte a domande importanti e urgenti.

Bello ri-trovare la migliore versione di se stessi!

Cosa fa un Counselor

Il counselor è un professionista della relazione, appartenente al mondo della relazione d’aiuto, della cura attraverso la relazione. Si occupa di benessere, di autorealizzazione, di sviluppo di talenti e potenzialità, di sostegno e orientamento e di prevenzione
Fondamentale il ruolo del Counseling nella prevenzione in quanto può intercettare prima che diventino problemi seri e invalidanti, semplici difficoltà e lievi disagi, disorientamento o anche solo un fastidioso tarlo, una domanda a cui non si trova la risposta
Trascurare il nostro benessere, a lungo andare può portare a ritirarsi in noi stessi, ad un significativo calo di autostima o peggio…ad un sintomo fisico che chiederà sempre più forte di tornare ad occuparci di noi.

Il Counseling in 3D®

Pietrematrioskecordine – Counseling in 3D® è un
 metodo per abitare la propria storia, oltre che raccontarla, attraverso strumenti di identificazione simbolica 
Condivide le qualità fondamentali di presenza e ascolto di qualunque altro intervento di Counseling e si differenzia da altri metodi di guarigione emotiva per l’utilizzo di ausili simbolici quali Pietre, Matrioske e Cordine, attraverso i quali il racconto del cliente si trasforma in qualcosa di “vivo” che può essere visto, percepito, abitato e trasformato.
(pietrematrioskecordine.it/).